Messaggio da Iside

del Dr Norma Delaney
www.newbreth.net

Tradotto in Italiano da Carla De Nitto
carladn30@libero.it


E' tempo di connetterci. Durante la connessione vi trasmetterò una vibrazione, insieme alle parole, che è solo per voi. Vi potete preparare al meglio per riceverla, sedendovi comodi nelle vostre sedie e cominciando il Respiro Consapevole.

Scendendo in profondità fino all'ombelico, in profondità nella pancia. Volete prendervi un momento per scendere in profondità nella pancia? Sì, questo è il modo perfetto, scendere, stando nella cavità del ventre. Ogni essere umano ha questo piacevole spazio, potete stare nel vostro ventre.

Questo spazio in verità è il calice. Il mirabile calice che tanta gente  ha ricercato da sempre. Questo calice, proprio come il bacino contiene lo spazio sacro, la vostra sacra casa. La vostra Anima, la Sacralità che voi siete.

Mentre vi immergete, lasciate tornare a casa la coscienza. La casa contenuta nella culla, la culla/calice di questa vostra mirabile energia. Lei vi carezzerà e vi sosterrà se vi spingerete in profondità in questo spazio sacro. La vostra anima è un tale luminoso miracolo, la via, al di là della comprensione di una mente limitata.

Poco fa raccontavo la storia di un bambino abusato. E' importante sottolineare che, quando venite abusati fisicamente, l'anima vi aiuta a lasciare il corpo. Sapete? Questa è una delle ragioni per cui avete un terzo occhio, è come un accesso segreto, una botola. Fuggire, correre, uscire via da qui. Smettere di essere nel corpo è la chiave energetica che l'anima trasmette agli umani. Stanno colpendo il tuo corpo, è doloroso, ferisce. Uscite dall'esperienza fisica. Usate la vostra abilità paranormale di rimanere sopra il corpo, di non sentire.

L'anima amorevolmente vi dice: “Vieni, io ti aiuterò. Insieme possiamo allontanarci.” Il corpo fisico allora viene in parte svuotato. Non potete disconnettervi completamente o morireste. Il risalire fino alle spalle o sopra può essere sufficiente per non sentire più. Diventate insensibili, vi addormentate. Il dormire molte volte fa sentire al sicuro un bambino; è come essere nella morte. Per quel bambino che viene traumatizzato fisicamente. O se un bambino vive con dei genitori energeticamente molto rumorosi che gridano in modo turbolento, molte volte quei suoni bombardano il corpo fisico per cui il bambino si mette a dormire e lascia il corpo.

Questa è una capacità per sopravvivere. Sopravvivere, allontanarsi da tutto ciò che bombarda il sé fisico, è il primario modo in cui l'Anima aiuta l'umano. L'Anima sa che l'umano ha bisogno di tempo per evolvere. Il corpo fisico dice: “Wow! In questo modo ci sono troppe sensazioni, troppo dolore, devo andarmene.” L'anima dice: “Ti mostrerò come.” Così l'anima ci avvolge in questo spazio che ci permette di andar via, di nasconderci, sì. E' un meccanismo di sopravvivenza creato in modo brillante. E' uno strumento usato dall'anima in modo da poter sopravvivere quando siamo nella forma fisica, in un corpo fisico, fin quando maturiamo. Una volta evoluti ed imparato come stare in un corpo, cominciamo a tempo pieno l'esperienza come umano divino, non come un limitato umano pieno di paura.

Quello sulla terra è un mondo di dualità. Gli umani giocano entrambi i ruoli, l'oscurità e la luce, per sperimentare la pienezza che ci viene offerta. La piena conoscenza di com'è essere limitati, essere potenti e ricordare veramente: Quando ci risvegliamo noi ricordiamo cos'è essere un autentico creatore!

Nel vivere pienamente gli umani giocano entrambi i ruoli. Quindi quando guardate lungo il percorso e vedete un altro essere umano che gioca un ruolo, potete provare compassione. L'aver vissuto l'esperienza permette di essere consapevolmente compassionevoli.

I ruoli sono straordinari strumenti di apprendimento per quelle parti infantili che sono in ogni umano. E quando provate compassione per voi stessi, per essere un umano, e compassione per gli altri, comincia la trasformazione.

Solo gli audaci e i coraggiosi desiderano diventare umani, lo sapete? Voi siete i più meravigliosi! Sì. Ecco perchè vi sproniamo, vi preghiamo di onorare voi stessi, di onorare il vostro talento per aver osato essere in una forma fisica, per assaggiare, per toccare, per odorare, per ascoltare, per essere quel vivente che siete, simulando di aver dimenticato tutto. E' molto coraggioso, ma fa parte del gioco.

Voi simulate in modo meraviglioso! Che sia far finta che la vostra chiave non aprirà una porta o che non capite, serve a nascondere voi a voi stessi. Perchè qualsiasi cosa stiate simulando questo vi mantiene in gioco mentre evolvete, fino a che sbocciate in chi siete veramente.

Spesso un bambino indossa l'abito di sua madre per dire: “Guardatemi, faccio finta di essere cresciuto.” E voi sorridete, ridete riconoscendo il gioco. Poi dite: “Oh! Lo fai così bene.” E' lo stesso con l'altro gioco, che procura pene fisiche. Continuate fin quando realizzate: “Non devo più infliggermi dolori, Potrei amarmi, Posso amarmi. Voglio così tanto amarmi da sentire questa splendida verità sorgere dal profondo di me stesso?

Sì, questa è una meravigliosa scoperta, La volontà la disponibilità di essere nella vostra pienezza.

Alcuni hanno ascoltato la nostra storia sull'osare essere il Pastore. Il Pastore è colui che si erge in alto con coraggio di modo che tutte le pecore, gli aspetti di sé possano vedere il Pastore che rimane saldo e dice: “Venite, venite, io sono Colui che Mostra la Via” Questo è quello che il Pastore è. Il Pastore è il portale, o colui che mostra la via a tutte le pecore, gli aspetti di sé. Volete, siete disposti ad essere questa voce autorevole, questo leader per il sé? Ogni più piccolo aspetto di voi può tornare a casa. Può tornare a casa perchè voi avete un tale amore e una grande compassione.

Queste non sono parole che potete pronunciare a caso. Lo dovete dimostrare. Il Pastore e le pecore vivono insieme quotidianamente, dovete essere coerenti e dimostrarlo. Non è tanto quello che dite, ma la dimostrazione vivente. Ogni giorno a casa, nel vostro sacro cuore, siate il vero Pastore per voi stessi. Questa è la nuova forza del vivere pienamente. Che stiate giocando il ruolo di Mosè che guida le moltitudini, o che stiate interpretando il Pastore con le pecore che sono i vostri aspetti, il vostro nuovo sacro gregge personale che è la vostra Nuova Vita.

Questo è il viaggio offerto ad ogni umano. Stare nella limitazione che credete di essere, o osare diventare chi siete veramente, un risvegliato Divino Umano. Ai tempi di Iside, il nostro obiettivo era di essere l'incarnazione dell'Anima con l'umano. Fondamentalmente è quanto vi è offerto adesso. Permettete all'amore tra l'anima e la sua creazione umana, di fluire e crescere.

Venite, venite, voi sarete sempre al sicuro con me come Umano Divino, diventerà il nuovo tema della canzone. Siate la luce della salvezza e dell'amore, infiniti. Ogni fibra, ogni aspetto, ogni memoria, ogni convincimento, ogni mio ruolo si innamorano e tornano a casa.

Quando guardano nel vostro spazio, a questa voce autorevole, questo leader massimo, sono ispirati a credere o si siedono sperando e facendo finta? Forse stavolta  possiamo credere in voi, non fuggirete.

Sappiatelo! E' la dichiarazione che avete fatto fuggendo. Voi desiderate essere tutto ciò che siete. Sì volete smetterla di dire io scelgo per essere la nuova scelta. Adesso è giunto il tempo di dimostrarlo. Volete essere tutto ciò che siete ed ispirare i vostri aspetti? Essere  sinceri per ognuno dei ruoli giocati, per tutti gli intrecci e le avventure della Vostra storia personale?

Non è questo che fece Mosè guardando in faccia tutti quelli che lo seguivano? Egli consapevolmente annunciò “Venite, perchè voi siete una parte di me. Venite, io vi mostrerò una nuova via. Vi mostrerò un nuovo modo per vivere veramente.” Chiese alla moltitudine “Volete venire con me?” Lasceremo questo luogo, dove eravamo abituati a vivere, la terra delle storie e delle leggi e dell'oppressione e vagheremo insieme. Ma vi prometto di guidarvi, vi condurrò in modo nuovo, così che possiate vedere e ricordare chi e cosa siete veramente. Un umano che è la vibrazione di una creatività senza fine.

Noi lo chiamiamo il cammino dello Splendore. Il cammino dello Splendore si aprirà davanti a voi, se permettete a questo nuovo voi di essere il Vero voi che vive in questo corpo in questa vita.  Per vedere tutto quello che si vuole vedere con gli occhi dell'anima e non con gli stupidi limitati occhi umani, perchè quegli occhi sono stati istruiti a vedere con paura. Quando rimuovete quelle lenti e guardate con gli occhi dell'anima, vedete il cammino dello Splendore dispiegato davanti a voi. Voi li guiderete per vivere come un nuovo, dinamico essere umano.

Mosè fece questa dimostrazione in terra di come ispirare i molti. Risvegliatevi! Risvegliatevi per vedere il cammino davanti a voi. Lo volete? Volete smettere di essere la pecora che segue, per diventare il Pastore che conduce? Lo volete?

In questo risiede l'insegnamento di Iside. Iside desidera essere l'incarnazione della pura creatività. Creare, in ogni momento, creare il nuovo. Desiderando ogni momento. E poi l'invito è: lo vuoi? Iside non è la risposta finale. Ella viene solo per ispirare. Se desiderate essere questa fontana di creatività infinita, lo volete? Inspirate questa vibrazione dell'anima, questo splendore di tutto ciò che siete, infinita, compassionevole creatività. Respirate profondamente, mentre ricevete i raggi abbaglianti della creatività Lo permetterete? Lo permetterete? Sì, perchè Iside vuole condividere questo dono per incarnarlo nella forma fisica ed essere qui adesso.

Come leader di questo incontro con Iside, noi con compassione e amore, vi invitiamo ad essere lo splendore del flusso della vostra Anima. Come molte cose, nella vita, come il giorno e la notte, perchè in questo reame della dualità ci sono sempre un inizio una metà e una fine. Proprio come nei vostri giardini di fiori. C'è un bocciolo, una piena fioritura, e un ritorno al sonno, un ritorno alla terra. Così era con la scuola originale di Iside. Il flusso dell'insegnamento di Iside che dice: Osare essere, osare essere questa incarnazione vivente. Osare per essere, non per seguire, non per imitare, ma per essere. Siate quel vascello di pura facoltà creatrice. E' molto diverso da come la mente descrive la creatività.

Volete davvero essere l'incarnazione dell'Anima che siete, e siete abbastanza coraggiosi per mostrare agli altri il vostro vero io? Non sfuggite, non vi nascondete, non abbiate paura di sopraffarli, perchè in verità voi li ispirerete mentre procedete. Ricevere l'amore compassionevole che invita: Venite, venite, seguitemi.

Tutto ciò che ha detto Mosè è stato, non sono più grande o meglio di. Egli invitò gli altri a risvegliarsi. Lì incitò: venite venite, io faccio questo per ricordarvi che anche voi potete farlo. Così sulla terra: “Sii il vero l'autentico te stesso” in forma umana. Io sono l'essere che rappresenta il cielo e la terra riuniti per essere la pienezza, raggiante perchè gli altri possano vederla. Ispirare, risvegliare, risvegliare, ricordare chi sei veramente perchè la tua anima lo sa già.

Più respirate con la vostra Anima, per ascoltarla, per sentirla, per innamorarvi di chi siete veramente, più quella porta si apre. L'energia di Iside vi invita soltanto: “Volete essere chi siete veramente? Volete osare essere l'essenza di tutto ciò che è, il totale. il vero voi? Siete così audaci da ispirare gli altri a ricordare chi e cosa sono?”

Perchè in questo momento, in questo spazio vibrazionale, c'è la pienezza del sapere che risvegliandovi sarete salvi, al sicuro nel risvegliarvi adesso. Non abbiate paura. Non abbiate paura. Inoltratevi in profondità nel ventre se sentite paura. E' una bugia, la paura è una bugia. Non abbiate paura , non sarete colpiti in questa vita. Siete al sicuro risvegliandovi adesso, per essere chi siete veramente, perchè la terra e il cielo si stanno riunendo e vi invitano a fluire nella grandezza di tutto ciò che siete.

Iside viene in questo tempo per spingervi a voler incarnare chi siete veramente, l'Umano  Divino. Osate! Osate risvegliarvi. Osate risvegliarvi! Osate sbocciare e risplendere in modo che altri possano vedervi, perchè ispirati ricordino. “Ah, sono solo io!” Risvegliatevi! Risvegliatevi a questa grande verità, la più grande verità. Un respiro alla volta, un respiro alla volta. Come i fiori vi mostrano in continuazione: essi fioriscono un respiro alla volta, un petalo alla volta, un respiro alla volta. Non esplodono in un solo momento. Lo fanno dolcemente, gradualmente.

E vi invitiamo a fare lo stesso: un passo alla volta, un respiro alla volta. Sì, sì, sì. Ergetevi nello splendore della vostra anima, essa vi sosterrà saldamente, dicendo: “Vieni apriti a noi, per essere tutto ciò che siamo, l'”essere” dell'universo, l'essere di tutti gli essere per fluire in me. Osando che io possa essere, perchè tu veda.” Niente di più, niente di meno.

Molto di più di quanto la piccola mente possa comprendere. Non abbiate paura. Non abbiate paura. Fatelo con compassione, in modo compassionevole. Sì, un respiro alla volta, un respiro alla volta. Sì.

Sì, grazie. Grazie per aver condiviso con noi. Grazie.